PERIFERICA DANCE CIRCUS LAB

Il primo festival di danza, circo e fotografia

con i migliori artisti del Balletto di Roma e del Centro di Produzione Circo Contemporaneo Lazio

Dal 22 dicembre: “Gran Cabaret di Natale. Il circo che danza”,

per stupire, divertire, coinvolgere ed emozionare.

Fino al 31 dicembre laboratori, Site Specific e spettacoli interamente gratuiti.

Un progetto del Balletto di Roma

in collaborazione con 238 Hangar delle Arti, C.P.C.C.L. (Centro di Produzione Circo Contemporaneo Lazio) e Kollatino Underground

e la preziosa partecipazione della Fondazione Bertugno-Moulinier.

Il progetto è realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura – Direzione generale Spettacolo ed è vincitore dell’Avviso Pubblico Lo spettacolo dal vivo fuori dal Centro – Anno 2022 promosso da Roma Capitale – Dipartimento Attività Culturali.

Con il Patrocinio di Roma-Municipio Roma V.

Balletto di Roma e Centro di Produzione Circo Contemporaneo Lazio promuovono, per la prima volta insieme, un festival diffuso che unisce danza e circo contemporaneo che va avanti fino al 31 dicembre 2022, Periferica Dance Circus Lab coinvolge il territorio del V Municipio di Roma, nel quadrante est della città.

Il cuore della manifestazione batte forte nello Chapiteau, il tendone da circo, allestito di fianco alla fermata Teano sulla linea C della metropolitana. Un vero e proprio spazio scenico a tutti gli effetti con 120 i posti a sedere in gradinata a disposizione del pubblico per avvicinarsi alla danza e al circo in un unico luogo.

La grande novità è il dialogo creativo all’interno dello Chapiteau tra le due discipline: danza e circo contemporaneo. Nel Circo Contemporaneo non ci sono animali, c’è un rapporto fisico e una pratica di corpo libero con tessuti, giocoleria, acrobazie… qualità artistiche e anche umane. L’innovativa idea progettuale è a cura dei fratelli Alberto e Valerio Longo, rispettivamente Maestro di circo e direttore del CPCCL e vice direttore artistico e coreografo associato Balletto di Roma e direttore del CAP – Centro di Avviamento Professionale alla danza del Balletto di Roma,sostenuti da Francesca Magnini, direttrice artistica del Balletto di Roma e coadiuvati da Chiara Crupi di Kollatino Underground. Tutti insieme hanno impresso all’iniziativa una profonda relazione di ascolto e osservazione reciproca tra le arti, ibridando magicamente strumenti e tecniche sotto la guida dei migliori coreografi e docenti del Balletto di Roma quali Nyko Piscopo, Chiara Casciani, Tiziano di Muzio, Marcela Szurkalo, Marianna Giorgi e dei migliori artisti e docenti del Centro di Produzione Circo Contemporaneo Lazio quali Warner Carlacci, Elena Garrafa, Maria Cristina Cutinella, Jacopo Candeloro, Cristiano Fondelli.

Il festival, rivolto a tutte le età, ruota attorno all’identità delle periferie con l’obiettivo di coinvolgerle e valorizzarle.E lo fa in senso stretto. Ogni sabato alle 12, infatti, promuove azioni Site Specific di avvicinamento alla comunità attraversando lo spazio urbano. Dopo le prime incursioni al mercato di Largo Perestrello, all’anfiteatro del parco di Tor Tre Teste, al Giardino dei Ciliegi al Quadraro, gli altri Site Specific si terranno nello spazio antistante la Bocciofila Sandro Pertini in via Pietro Da Silva al Parco Giordano Sangalli per coinvolgere la cittadinanza. Si esce in strada per aprire le porte dello Chapiteau: chi vuole avvicinarsi a queste discipline può farlo tutti i pomeriggi nei laboratori gratuiti tenuti da maestranze di altissimo livello. Occasioni di incontro volte ad aggregare l’umanità di un quadrante che pullula di creatività e nella sperimentazione per mezzo delle arti si vuole favorire scambio, gioia e condivisione.

Con l’avvicinarsi del Natale, la kermesse propone inoltre in anteprima assoluta un funambolesco Gran Cabaret di Natale. Il circo che danza (22 – 23 – 27 – 28 – 29 – 30 – 31 dicembre, ore 20.30), a cura del collettivo 238 Hangar delle Arti con artisti provenienti da tutto il mondo diretti da Alberto Longo. Il Gran Cabaret è un format creato ad hoc per il luogo che lo ospita. Uno spettacolo che riesce sempre nel suo intento di stupire e divertire, coinvolgere ed emozionare.

Valerio Longo, vice direttore artistico e coreografo associato Balletto di Roma e direttore del CAP – Centro di Avviamento Professionale alla danza del Balletto di Roma – riassume così il valore di questa nuova opportunità“L’esperienza del corpo vissuta in un certo modo sicuramente aiuta una condizione di ascolto di sé stessi, dei valori, dell’appartenenza a una comunità, che si crea in questo caso nell’azione congiunta di danzo e circo con la qualità che viene data dall’identità del Balletto di Roma e del CPCCL. I ragazzi del CAP affrontano oggi una nuova esperienza, in periferia, lontano dalla zona protetta della sala di danza. Un’esperienza differente volta ad arricchire la parte più umana che in ogni artista deve sempre essere viva. E la loro risposta è stata entusiasmante e di grande apertura.”

PROGRAMMA DICEMBRE

Sabato 10 dicembre

VALERIO LONGO e FRANCESCA MAGNINI “CAP_Project”

CRISTIANO FONDELLI Mat Cinoide”

h 12.00 – Site Specific nello spazio antistante la Bocciofila Sandro Pertini, via Pietro Da Silva

h 15.00 e h 16.00 – Performance all’interno delloChapiteau, via Teano adiacente fermata Teano metropolitana linea C

Sabato 17 dicembre

MARIANNA GIORGI Nuove familiarità

COSTANZA BERNOTTI Trapèze

h 12.00- Site Specific nello spazio antistante la Bocciofila Sandro Pertini, via Pietro Da Silva

h 16.30 e h 17.30 – Performance all’interno delloChapiteau, via Teano adiacente fermata Teano metropolitana linea C

22, 23, 27, 28, 29, 30, 31 dicembre

h 20.30 – Spettacolo Goldrake: Gran cabaret di Natale. Il circo che danza.

Chapiteau, via Teano adiacente fermata Teano metropolitana linea C

Dal 18 al 20 dicembre

Fondazione Bertugno-Moulinier presenta Nomadic Art Circus #1 – “La tenda, le stelle, la terra. Le origini dell’abitare. Un immaginario per la rigenerazione urbana.”

18 dicembre h 11.00-20.00: Passeggiata in collaborazione con Ecomuseo CasilinoWorkshop di autocostruzione, performance e proiezioni.

19-20 dicembre h 14.00-17.00: workshop di autocostruzione

Chapiteau, via Teano adiacente fermata Teano metropolitana linea C

19-31 dicembre

h 16.00-20.00 Mostra arti visive

Chapiteau, via Teano adiacente fermata Teano metropolitana linea C

LABORATORI E SPETTACOLI GRATUITI PRESSO LO CHAPITEAU ALLESTITO IN VIA TEANO.
PRENOTAZIONE E PROGRAMMA SU:

  Informazioni: www.ballettodiroma.com – promozione@ballettodiroma.com – 06.64463194

  Ufficio stampa: RootsIsland UN-COnventional wide promotion

    Riccardo Rozzera roots@rootsisland.com +39 393 981 8120

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: