a cura di Emilio Capoano redazione

Grande spettacocolo alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma con il concerto del leggendario chitarrista dei Genesis e la sua Band in Tour in Italia con il suo “Seconds out + more” con il quale rivisita brani dello storico album del 1977 che vide l’avvento di Phil Collins come vocalist al posto di Peter Gabriel e l’ultima partecipazione di Steve Hackett nei Genesis, prima di intraprendere la sua carriera solista.

Ovviamente ha eseguito e presentato parte del suo repertorio ma il piatto forte del concerto è stata la rivisitazione degli storici brani dell’album dei Genesisi come “Seconds Out”, “Squonk”, “Afterglow”, “Clocks” e “Robbery, Assault and Battery”. 

Il pubblico nostalgico, ha ripercorso le meravigliose emozioni di brani indissolubili del progressive rock e pop degli anni ’70-’80, ancora oggi di una contemporaneità incredibile, coinvolgendosi del tutto alla esecuzione di “The Cinema Show”, “Selling England by the pound” e “The Lamb Lies Down on Brodway” e richiamando Steve Hackett sul palco per un bis di circa 15 minuti, terminato con una apoteosi di saluti, applausi e seflfie che hanno coinvolto l’artista e la sua band eccezionale.

Grandi artisti come Roger King alle tastiere, Rob Townsend al Sax-Flauto e percussioni, Jonas Reingold al basso e chitarra, Graig Blundell alla Batteria e percussioni hanno creato una fusione di ritmi incalzanti creando l’empatia con il pubblico insieme alla vocalist Nad Sylvan e lui……Steve Hackett. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com