ASSOCIAZIONE CULTURALE SOUND IMAGE
presenta
JAZZ & IMAGE LIVE @ COLOSSEO 2002
Parco del Celio
(tratto Viale Parco del Celio e Via Celio Vibenna)
dal 2 luglio al 2 ottobre 2022

Ritorna anche quest’ anno,  Jazz & Image Live @ Colosseo 2022,  nello splendido scenario del Parco del Celio, a due passi dal Colosseo ,a cura dell’Associazione Culturale Suond Image, con la direzione artistica dell’Alexanderplatz di Eugenio Rubei , dal 2 luglio al 2 ottobre 2022.

Il progetto, promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, è vincitore dell’Avviso Pubblico “Estate Romana  2022 – Riaccendiamo la Città, Insieme” curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE

Una novità caratterizza questa edizione di Jazz & Image, la Late Night Session, che seguirà il concerto delle 21,30, con la presenza di giovani emergenti e grandi interpreti del jazz nazionale e internazionale.

Ad aprire “Jazz & Image”,Jazz & Image Live @ Colosseo 2022, sabato 2 luglio, Cinzia Tedesco Quartet in “JazzTrip” .Una serata di jazz travolgente, con la voce di Cinzia Tedesco che vola tra le note delle celebri melodie di Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Bob Dylan e James Taylor, gemme rubate alla tradizione con classe ed eleganza, e pronte ad essere lanciate nella galassia delle jazz song. Con la vocalist, sul palco, un quartetto di grandi protagonisti del jazz italiano come Stefano Sabatini al pianoforte ed arrangiamenti, Luca Pirozzi al contrabasso e Pietro Iodice alla batteria.Tutto questo è JazzTrip: con una voce sorprendente, ricca di armonici,padrona delle dinamiche e dal blues spesso sottinteso, la Tedesco propone un repertorio in apparenza facile all’ascolto ma tecnicamente complesso e sfidante.

Una sfida discograficamente già vinta dalla vocalist i cui ultimi dischi, Verdi’s Mood e Mister Puccini In Jazz, sono stati prodotti e pubblicati nel catalogo jazz dalla Sony Classica, distribuiti dalla major in tutto il mondo e premiati dal MIBACT per la valenza artistica e culturale di questi progetti. Tra le atmosfere latine di ‘Che Gelida Manina’ e lo swing tagliente di ‘Celeste Aida’, le grandi arie d’opera trovano nuova vita e si ritrovano perfettamente in un percorso che vedrà ta le tante, canzoni note in tutto il mondo tra cui ‘Blowing in the Wind’, del già Premio Nobel Bob Dylan, e ‘You’ve got a friend’ portata al successo da James Taylor.Un originale viaggio tra Opera, Pop e Jazz, un progetto che nasce per far parlare di sé. A seguire,Late Night Session .

Domenica 3 luglio, Walter Ricci, Tribute to Nat King Cole.Un omaggio a Nat King Cole, icona del jazz americano che attraverso le sue interpretazioni ci ha lasciato un repertorio di brani indimenticabili, sempre fresche ed attuali. Walter Ricci gli rende omaggio rispettando i canoni dell’epoca utilizzando la forma del trio jazz. Accompagnato da Dario Rosciglione al contrabbasso e Amedeo Ariano alla batteria, due grandi musicisti amici da sempre, esplora il repertorio sempreverde dei classici dell’eclettico artista americano.“Ho conosciuto Nat King Cole attraverso le sue interpretazioni ed è stato amore al primo ascolto, ma vederlo in tv recitare e cantare mi ha totalmente rapito al punto di considerarlo un modello di riferimento per la mia carriera artistica. E’ stato doveroso quindi, omaggiarlo attraverso la produzione di un disco in vinile registrato dal vivo in studio nel rispetto totale dei canoni del tempo”
 Lunedi 4 luglio,inaugura Jazz Basterds, la mini rassegna curata dal cantautore romano Piji all’interno della grande rassegna.
Il titolo Jazz Basterds oltre al chiaro richiamo ai “Basterds” di Tarantino vuole celebrare il jazz “imbastardito” con la canzone, il jazz impuro, illegittimo, ibridato con gli elementi del pop. Cantautori jazz, collaborazioni tra mondi diversi, ponti, tentativi di uscire dalle etichette canoniche ed entrare in linguaggi spuri e di sicura originalità, questo conterrà la rassegna, una sorta di carta bianca che il direttore artistico di Jazz & Image, Eugenio Rubei ha voluto affidare a Piji già in passato artista resident dell’Alexanderplatz e da sempre a cavallo tra il mondo della canzone e quello del jazz. Quest’ultimo, per la serata inaugurale del 4, ha chiamato a raccolta tantissimi amici oltre ai vari “jazz basterds” della rassegna ad alternerarsi sul palco di Colosseo per una grande maratona inaugurale dell’imbastardimento!
Lunedi 4 luglio sarà anche l’occasione per Piji di presentare anche il suo nuovo singolo (in uscita il 1° luglio) “SARA E LE ALTRE” , un omaggio a Sara Gama, capitana della Nazionale Italiana femminile di calcio.
“La canzone si chiama “SARA E LE ALTRE” ed è una canzone dedicata al fondamentale tema della parità di genere, tema che fino ad ora è stato visto come tema “femminile”, ma io credo che la battaglia femminista debba essere portata avanti anche da noi uomini.La canzone zooma in particolare sul calcio femminile e su tutte le difficoltà che le calciatrici hanno incontrato da inizi Novecento fino ad oggi in un territorio massimo esempio di sessismo e machismo. La “musa” ispiratrice della canzone è la capitana della Nazionale italiana di calcio femminile (Sara Gama), che oltre ad essere una straordinaria calciatrice a guida della difesa italiana, è anche da sempre una barricadera che è riuscita con le sue battaglie dentro e fuori dal campo a ottenere e far ottenere risultati importanti per tutto il movimento del calcio femminile, che anche grazie a lei sta vivendo un momento cruciale, irripetibile, storico. Ma la canzone si chiama “Sara E LE ALTRE” perché in realtà da Sara Gama l’argomento è allargabile a tutte le calciatrici della Nazionale, ma anche a tutte le calciatrici di tutte le età, ma anche a tutte le sportive, ma anche a tutte le donne in assoluto.” (Piji)  Martedi 5 luglio,Flavio Boltro e Fabio Giachino duo “Things to say”. Un incontro straordinario caratterizzato da una carica espressiva di altissimo livello alternata a momenti di profonda intensità artistica in un repertorio che si muove liberamente tra composizioni originali e standard jazz.Flavio Boltro tromba di riferimento del jazz italiano insieme a Fabio Giachino, tra i più virtuosi giovani pianisti italiani, danno vita a “Things to say”, il nuovo lavoro discografico prodotto da Cam Jazz che uscirà nel 2022. I due artisti hanno condiviso insieme numerose esperienze musicali giungendo ad una intimità artistica che trova la sua massima espressività in questo lavoro in cui le cose da dire sono molte, ma sono soprattutto intense ed uniche. Oltre alle illustri collaborazioni internazionali tra cui spiccano i nomi di Michel Petrucciani, Freddie Hubbard, Marcus Miller, Cedar Walton, Danilo Rea, Gino Paoli e molti altri, Flavio Boltro è stato citato da Wynton Marsalis sul “Down Beat” tra i dieci trombettisti migliori al mondo.Fabio Giachino è tra le figure più interessanti della nuova generazione di pianisti, si è aggiudicato numerosi premi internazionali (tra cui Premio M.Urbani 211, C.Bettinardi 2011) e ha collaborato con artisti del calibro di Randy Brecker, Dave Liebman, Gavino Murgia, Javier Girotto. A seguire,Late Night Session con Cutello Twins.
Mercoledi 6 luglio, Ada Montellanico,” Omaggio a Billie Holiday”. Ricordate Lezioni Americane? Se Italo Calvino fosse stato un appassionato di jazz, avrebbe di certo celebrato Ada Montellanico quale campionessa  insuperabile di “leggerezza”. Non c’è, infatti,  parola più pertinente per definire il suo tributo discografico a Billie Holiday, ora riproposto in concerto. Una performance dalla duplice valenza estetica ed emotiva, per ricordare l’incommensurabile genio di Lady Day.Un omaggio condotto con empatia, introspezione e creatività,  per stabilire con gli standard un rapporto intimo e confidenziale, scavando a fondo dentro le radice ritmiche ed armoniche  ed infondervi nuova luce. Lo informa una meditata ricerca sulla biografia della Holiday per scorgervi una cangiante cornucopia di stati d’animo: gioie profonde e vulnerabili, amare disillusioni,  sogni perduti ed effimeri, attualizzati da un gioco di ricreazione volto alla sottile, sapiente variazione.Come valore aggiunto, la vibrante, calda espressività della Montellanico, che nelle esibizioni concertistiche compendia la migliore essenza del jazz.: comunicativa, swing, capacità di trasmettere profonde emozioni, racchiuse nell’attimo irripetibile di aforistici giochi vocali. Tanta sapienza vocale (densità, modulazione) e musicale, al servizio di un cuore magnificamente palpitante. Un’artista immaginifica, dalla voce calda, rilassata e colloquiale, che fa apparire semplice e naturale  (testi, musiche) ciò che facile in realtà non è, per la gioia di quanti si attendono dalla musica percorsi non convenzionali. Una vocalist che vola in alto lungo territori inesplorati di testi e musiche  quanto mai attuali, dove si canta la vita nelle sue varie sfumature: l’amore, la malinconia, lo smarrimento di un attimo, rivissuti con la sensibilità di una artista a 360 gradi del terzo millennio quale è Ada Montellanico.
Ad accompagnarla in questo imperdibile set, ci sarà il suo quartetto formato dai musicisti più importanti dell’attuale scena italiana:Enrico Zanisi al pianoforte, Jacopo Ferrazza  al contrabbasso e Ermanno Baron alla batteria.A seguire, Late Night Session con Cutello Twins.
 Giovedi 7 luglio,doppio concerto, il trio Itnierario Brasile dal Brasile. Il trio è basato su una lunga e consolidata amicizia e collaborazione tra il multipercussionista Stefano Rossini e i chitarristi Gianluca Persichetti e Massimo Aureli. Sono tra i musicisti più accreditati in Italia per la divulgazione e diffusione della musica brasiliana, particolarmente attivi anche nel campo didattico.
Insegnano in varie scuole e Conservatori d’Italia, realizzando seminari, workshop, e docenze dedicati alla musica brasiliana anche in campo istituzionale.Hanno collaborato con alcuni fra i più importanti strumentisti brasiliani: Sergio Galvao, Guinga, Robertinho Silva, Joao Donato, Irio De Paula, Luis Agudo, Daniela Spielmann, Christianne Neves, Antonio Guerra.
Quella del trio è una musica altamente spettacolare che apre lo sguardo anche alla contaminazione e al “Brasilian Jazz”, e rende la musica brasiliana uno dei linguaggi più ricercati nell’attuale panorama musicale.A seguire da Rio De Janeiro, il Trio Corrente. Paulo Paulelli, Edu Ribeiro e Fabio Torres sono tra i più grandi musicisti brasiliani della loro generazione; insieme formano il Trio Corrente, una delle maggiori band di musica strumentale del Paese, vincitori nel 2014 dei prestigiosi premi Grammy Awards e Latin Grammy nella categoria Best Latin Jazz Album.Nel 2022 il Trio presenta il suo 7° album, Sincronia, con arrangiamenti nuovi ed originali di loro composizioni e di brani dei grandi autori brasiliani.Dopo oltre 20 anni di attività musicale, il Trio Corrente risuona più inventivo e maturo che mai. Venerdi 8 luglio, altra serata brasiliana, con il grande Toninho Horta con Nicola Stilo, Alfredo Peixao e Alessandro Marzi.A seguire Late Night Session con Trio Corrente. Sabato 9 luglio, Francesco Bruno Quartet. A seguire Late Night Session Karim Blal Trio da Parigi. Domenica 9 luglio, Lino Patruno Jazz Show.A seguire Late Night Session con Karim Blal Trio. Lunedi 11 luglio, Cicci Santucci Quintet plays Morricone.
Martedi 12 luglio,Vivaldi dirige Vivaldi, tributo a Morricone, Sakamoto,Zimmer, con Paolo Vivaldi, violino solista Alberto Mina e I Solisti dell’Augusteo. A seguire Luca Velotti e Silvia Manco Quartet.
Mercoledi 13 luglio, per gli appuntamenti di Jazz Basters,Ilaria Pilar Potassini.Giovedi 14 e venerdi 15 luglio, Emanuele Urso King of Swing la sua Big Band. Venerdi 15 luglio per la Late Night Session, Max Ionata. Sabato 16 luglio, Guy Mintus Trio, in collaborazione con il Dipartimento Cultura dell’Ambasciata di Israele.Per la Late Night Session, Liron Meyhaus Electric Project e Max Ionata.
Domenica 17 luglio, Joy Garrison Quartet, per la Late Night Session , Max Ionata. Lunedi 18 luglio, nuovo appuntamento per Jazz Basterds, Peppe Voltarelli, special guest, Luca Ciarla. Martedi 19 luglio, Jacopo Ferrazza Quintet ” Fantasia”. Un grande interprete del jazz per  la Late Night Session, da New York, Jerry Bergonzi. Mercoledi 20 luglio, Antonio Forcione & Friends. Per la Late Night Session, Antonio Carucci Cinecittà Trio. Giovedi 21 luglio, Serena Brancale,per la Late Night Session, Andrea Rea trio. Venerdi 22 luglio, Stefano Rossini Batuque Percussion,  e a seguire Joyce MorenoQuartet. Domenica 24 luglio, Kid Creole and The Coconuts e Frankie & Canthina Band. Lunedi 25 luglio, serata dedicata al Premio Lunezia. Martedi 26 luglio, Giampaolo Ascolese e Mauro Zazzarini Quartet. Martedi 27 luglio, Elisabetta Antonini Electric Quartet. Giovedi 28 lglio, il leggendario batterista Bruce Ditmans. Venerdi 29 luglio, Barbara Casini,per la Late Night  Filippo Bianchini. Sabato 30 luglio, un appuntamento da non perdere, Jaques Morelembaum con Stefania Tallini e Gabriel Grossi. Domenica 31 luglio, Lorie Cotler e Velez.

La programmazione di Jazz & Image continuerà fino al 2 ottobre con il meglio del jazz nazionale e internazionale, segnaliamo, tra gli altri, il 2,3 e 4 agosto, il sassofonista Dayna Stevens con Dario Deidda, Domenico Sanna e Francesco Ciniglio. Il 2 agosto per   Late Night Session , Paul Vertigo Trio. Il 5 e 6 agosto, Freddy Hendrix Quintet, il 7 agosto, Gregoire Maret con Nguyen Le Sextet.  Il 14 agosto,Natalio Mangalavite Quartet, a Ferragosto, il tradizionale appuntamento con Aires Tango. Il 25, 26 e 27 agosto, carta bianca ad Enrico Pieranunzi, mentre il 28 agosto , omaggio, dell’ orchestra con Dino Piana, alle musiche di Armando Trovajoli. Il 31agosto il prestigioso premio New York  Canta..
Il 1 e 2 settembre, Rosario Giuliani Quartet con ospite Joe Locke.Il 3 settembre Pippo Matino Trio con Horacio el Negro Hernandez e Maurizio Giammarco. Il 4 settembre, nuovo progetto, Antonello Salis dirige un’orchestra di 18 elementi. Il 7 e 8 settembre, il pianista Aaron Goldberg con Fabio Zeppetella e Fabrizio Sferra.Il 9 settembre J.D. Allen,il 13 settembre,il chitarrista Jonathan Kreisberg,, il 18 settembre Jean Pierre Como, il 28 settembre Fabrizio Bosso & Paolo Silvestri Ensemble ” Duke”, il 30 settembre, Guinga. Continueranno inoltre gli appuntamenti con Jazz Basterds con tanti ospiti.

Non solo concerti a “Jazz & Image”, ma uno spazio aperto , con seminari, prove aperte, corsi di musica e altre attività culturali parallele al jazz. Ascolto musica vinili e cd Jazz, lettura libri e riviste di Jazz, musica di sottofondo all’interno dell’area, eventi musicali integrati, seminari, incontri ed attività di musicoterapia, workshop musicali gratuiti di scuole di musica, esibizioni di artisti emergenti, proiezioni di documentari e mostre .

Non mancherà neanche un’area riservata al food e al beverage con cucina di alto livello e prodotti forniti dai migliori produttori italiani.

Accesso gratuito dalle 18,00 alle 21,00 tutti i giorni: EVENTO/SPETTACOLO – LABORATORIO – MOSTRA -INCONTRO  

Inizio concerti ore 21,30
 Ingresso €5 + consumazione obbligatoria
Ingresso €5 con prenotazione al tavolo per la cena

Info e prenotazioni:
Telefono fisso+39 06 86 78 12 96
Cellulare whatsapp +39 349 977 0309 E-mail info  
E-mail prenotazioni prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com

Acquisto biglietti c/o il botteghino della manifestazione

Ufficio stampa :Maurizio Quattrini 338 8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com