Al via il Festival inDivenire allo Spazio Diamante di Roma.

Dal 17 al 30 gennaio 2023, un progetto di Alessandro Longobardi, con la direzione artistica di Giampiero Cicciò.

Opening 17 gennaio. Premiazione 29 gennaio. Evento di chiusura 30 gennaio.

Il Festival inDivenire, nato nel 2017, è un progetto di Alessandro Longobardi, direttore artistico del Teatro Brancaccio, Sala Umberto e Spazio Diamante. La direzione artistica del festival è affidata per la quarta volta all’attore, regista e giornalista Giampiero Cicciò

Sono 16 le compagnie teatrali che parteciperanno. Scelti tra i 198 progetti presentati, i 16 lavori in forma di studio andranno in scena allo Spazio Diamante di Roma dal 17-30 gennaio 2023 e grazie al “Premio inDivenire” potranno debuttare come spettacoli completi. Inoltre, ATCL, Circuito regionale dello spettacolo dal vivo, ospiterà la compagnia vincitrice in tre teatri di sua competenza.

Sono attesi ospiti prestigiosi dello spettacolo italiano, come nelle passate edizioni che hanno visto la presenza di Gabriele Lavia, Luciana Savignano, Anna Bonaiuto, Fabrizio Gifuni, Lino Guanciale, Manuela Mandracchia, Peppino Mazzotta, Graziano Piazza, Alvia Reale, Daniele Salvo.

Il primo ospite a essere annunciato per questa IV edizione è Maddalena Crippa, la celebre attrice il 26 gennaio alle 18 incontrerà spettatori e compagnie del Festival per un’intervista in pubblico sul suo importante percorso professionale che le farà Giampiero Cicciò. Si parlerà delle sue prestigiose collaborazioni con grandi maestri del teatro come Strehler, Ronconi, Castri, Cobelli, Stein, De Simone, Carsen.  

Annunciata anche la giuria del Festival, composta da: Sonia Barbadoro, Emanuele Baroni, Riccardo Bocci, Annalisa Canfora, Giampiero Cicciò, Isabella Di Cola, Gianni Guardigli, Rossella Marchi, Luciano Melchionna, Andrea Pocosgnich.

Per i premi miglior Promozione Web e Visual in giuria Livia Clementi e Davide Di Nardo. 

Il programma:

Martedì 17 inaugurazione (ore 18). Presenti tutte le compagnie che illustreranno il loro progetto, il presidente del Festival Alessandro Longobardi e il direttore artistico Giampiero Cicciò. 

Mercoledì 18 due studi

Compagnia Blusclint presenta Soli, con tutto regia di Paolo Faroni – Ore 19

Compagnia Parzialmente stremati con La Carovana di Giulio Guarino regia Giovanni Nasta – Ore 21

Giovedì 19

Spettacolo Ospite

in Prima Nazionale 

Momino Caro

Breve storia di un uomo che ingannò la morte

di Massimo De Rossi

Testo liberamente ispirato alla novella di Luigi Pirandello “Notizie del Mondo”

Con Massimo De Rossi e Roberta Anna

Scena/costumi di Geraldine Gelin

Musiche Repertorio di Angela Sincler

Ass. Regia Francesca Olia

Aiuto regia Valeria Iacampo

Direttore di scena Gianluca Tomasella

Regia di Massimo De Rossi

Storia di fantasmi, di tradimenti e apparizioni notturne? Un “gioco” perverso che,

portato alle estreme conseguenze, metterà in luce vecchi rancori, ambiguità

sommerse, desideri repressi, anche l’amore. Quello assoluto.

Produzione YOUKALI Teatro

Con Massimo De Rossi / Roberta Anna

Scena/costumi di Geraldine Gelin

Musiche Repertorio di Angela Sincler

Ass. Regia Francesca Olia

Aiuto regia Valeria Iacampo

Direttore di scena Gianluca Tomasella

Regia di Massimo De Rossi

Venerdì 20 due studi 

Compagnia Maledimiele con Ematica scritto e diretto da Larissa Cicetti – Ore 19

Compagnia Dogma Theatre Company con Wild – Io ora cammino di Alessio Ingravalle regia di Gabriele Colferai – Ore 21

Sabato 21 due studi 

Compagnia Poveri comuni mortali con Due Schiaccianoci di Alice Bertini regista insieme a Carlotta Solidea Aronica – Ore 19

Compagnia DoveComeQuando con Fahrenheit 2.577 scritto e diretto da Pietro Dattola – Ore 21

Domenica 22 due studi

Compagnia Outliers con Effetto Paradiso di Ilaria Marcuccilli regista insieme a Wiliiam Caruso – Ore 19

Compagnia RDA/Zerkalo con “Oreste da Euripide” regia di Dario Battaglia – Ore 21

Lunedì 23 uno studio

Compagnia Santarita e Jack Teatro con Saremo leggeri di Simone Falloppa, direzione del lavoro Elena Arvigo, Alessandro Averone, Simone Falloppa – Ore 21

Martedì 24 due studi

Compagnia P.G.A. Scarl con Scomodi di Silvia Maria Vitale regia del collettivo (Valentina Martino Ghiglia, Alessandra De Pascalis, Giuseppe Coppola) – Ore 19

Compagnia Di Parola con 500 lire di Ludovica Bei, regia di Josafat Vagni – Ore 21

Mercoledì 25 due studi 

Compagnia Zerkalo con La mia amica è d’accordo scritto e diretto da Massimo Odierna – Ore 19

Compagnia Formiche di vetro teatro con Fonès scritto e diretto da Francesca Muoio e Luca Trezza – Ore 21

Giovedì 26 – Maddalena Crippa incontra le compagnie e il pubblico del Festival – Ore 18. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Conduce la serata il direttore artistico Giampiero Cicciò.

A seguire uno studio

Compagnia Cosa sono le nuvole e Florian Metateatro con Vacanze Romane scritto e diretto da Nella Tirante – Ore 21

Venerdì 27 due studi 

Compagnia Seadogs con Per lei, nel giorno del suo compleanno scritto e diretto da Francesco Bianchi – Ore 19

Compagnia PassionBerlin e Lo stagno di Goethe con Una relazione erotica scritto e diretto da Giulio Baraldi – Ore 21

Domenica 29 Premiazione in un orario da definire.

Lunedì 30 evento di chiusura – Ore 21

Spettacolo ospite

Vincitore del Premio inDivenire Danza 2019

Associazione Sosta Palmizi presenta 

Bisbigliata creatura

ideazione e regia Mariella Celia

coreografia, ricerca drammaturgica del movimento Mariella Celia in collaborazione con Cinzia Sità

interpreti Mariella Celia, Cinzia Sità

suono Gianluca Misiti

trucco/ assistente di scena Francesca Innocenzi

costumi Mariella Celia in collaborazione con Francesca Innocenzi

disegno luci Francesco Tasselli

con il sostegno di Vera Stasi, Teatro Azione e Carrozzerie N.O.T, ALDES, Teatri Sospesi, Cittadella dei giovani Aosta, Teatro di Roma – Teatro Nazionale

Note di regia

Bisbigliata creatura Bisbiglitata Creatura ha avuto un lungo tempo di gestazione, un tempo necessario, lento, ricco di cadute, di ripensamenti, ritorni, pause silenziose, di domande molto più grandi di noi e di sorprendenti rivelazioni. In scena si fa esperienza di una sensazione del tempo extra-ordinaria, che desidera condurre chi guarda in “altri luoghi”, per poi tornare a se stessi.

A nutrire il viaggio di creazione sono stati la poesia di Chandra Livia Candiani, capace di mettere in parole la sacralità dell’esperienza vitale, e i miei studi di Body-Mind Centering®, un approccio che rivela, attraverso esperienze di microscopica intimità, come ogni aspetto della vita di un individuo e dell’intero cosmo, si esprima nel corpo in movimento. Nel cammino è emersa tanta fragilità, una condizione che vogliamo celebrare e di cui vogliamo rivelare la bellezza, la tenerezza, la forza. (Mariella Celia)

Ufficio Stampa Festival InDivenire 

Agenzia Maya Amenduni comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: